3 C
Rome
martedì, Aprile 23, 2024

Azzurri, il ritorno dell’incubo

SPORTAzzurri, il ritorno dell'incubo

13 Novembre 2017. La nazionale italiana di calcio tocca il punto più basso della propria storia recente: fuori dai playoff mondiali per mano della Svezia, gli azzurri non parteciperanno nuovamente al torneo per nazionali più importante 60 anni dopo l’ultima volta, nel 1958. A raccogliere i cocci del disastro targato Ventura, viene chiamato un allenatore di alto livello, capace di vincere svariati trofei anche fuori dai confini italici: Roberto Mancini.


La situazione sembra finalmente migliorare e la squadra tricolore fa bottino pieno nelle qualificazioni per Euro 2020, 10 vittorie su 10. Dopo l’anno di stop causa Covid, accade l’impensabile: contro ogni pronostico, l’Italia alza al cielo la coppa dell’Europeo interrompendo un digiuno nella competizione che durava dal 1968.

La nazionale sembra pronta a tornare ufficialmente tra i giganti del calcio, ma le partite immediatamente seguenti al trionfo continentale riportano a galla l’incubo di 4 anni prima. A settembre infatti, arrivano due inaspettati pareggi con Bulgaria e Svizzera e a novembre ne arrivano altri due, nuovamente con gli elvetici e con l’Irlanda del Nord, che sanciscono il secondo posto degli azzurri nel girone e i conseguenti playoff.

I tifosi sono sconcertati, quando tutto sembrava pronto per vedere la nazionale nuovamente protagonista, ritorna il timore di non partecipare alla coppa più importante. I vicini playoff di marzo non lasciano alternative, bisogna battere la Macedonia del Nord e la vincente di Portogallo-Turchia (da affrontare fuori casa in caso di finale) per tornare al Mondiale 8 anni dopo l’ultima volta. Non ci resta che attendere per capire quale sia la vera Italia: quella brillante e vincente di Euro 2020 o quella appannata e inconcludente delle ultime partite?

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Cesare Roberto Citro
Cesare Roberto Citro
Mi chiamo Cesare Roberto Citro, ho 19 anni e abito a Bellizzi, in provincia di Salerno. Sono uno studente dell'Università degli studi di Salerno e frequento la facoltà di Scienze della comunicazione. Scrivo articoli sportivi, in particolare mi occupo di notizie e approfondimenti calcistici.

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

Articoli più letti