Tutela e Difesa (MGA FiJLKAM)

0
189
Donne in Rosa
MGA FiJLKAM Campania a San Giorgio a Cremano

Bella e buona, l’iniziativa colta al volo da Giovanni Vivona e dal gruppo lavoro che lo ha sostenuto: Salvatore Berlingieri; Giovanni Savarese; Fabrizio Gaeta; Davide Ascione, dalla FLAT Sport Srl in San Giorgio a Cremano.

Assist, offerto dal Comune locale, all’interno del Palaveliero, che ha visto l’impegno e l’intervento, a sostegno della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le Donne, del gruppo di rinomati judoka che, hanno accolto la platea, tutta al femminile, venuta a curiosare e ad apprendere, le prime nozioni, sulla tutela della propria incolumità.

Da grande anfitrione ed affabulatore della parola, “Gianni” ed i suoi fedelissimi, ha saputo tener banco e, oltre a “dimostrar tecnica”: sul come approcciarsi, proattivamente, ai momenti “a rischio” che, possono palesarsi, in ogni momento, nella quotidiana vita di ogni Donna; sul come gestire proprie emozioni e sentimenti; sul come “sottrarsi” da una situazione a rischio; sul come comportarsi, senza incorrere, “nell’eccessiva difesa”; destreggiandosi, con il sorriso sulle labbra e dando “soddisfazione”, anche alle curiosità che, man mano, si venivano a palesare, trovando adattamenti e soluzioni, idonee.

Il gruppo “rosa”, soddisfatto di quanto appreso, seppur consapevole, di dover affrontare un “viaggio” di conoscenza, al momento, solo sfiorato nel suo insieme, ha rinviato, a nuovo appuntamento, il procedere del cammino.

Un plauso, all’amministrazione comunale, che, in un momento sociale, così delicato, ha saputo cogliere, momento opportuno, per aprire a nuove conoscenze, a salvaguardia, delle proprie concittadine, presentando, tramite questi uomini dello sport, uno strumento, studiato ed ideato, appositamente per loro che, nella semplicità dei gesti e dei movimenti, potrebbe aiutare e sostenere, salvaguardia di propria esistenza.

Questo, è il Metodo Globale Autodifesa della FiJLKAM, trasversale prospettiva che, coglie, a piene mani, da tutte le specialità federali, offrendo, ampia prospettiva di applicabilità della difesa e tutela, alle minoranze a rischio e deboli.

Peccato che, un prodotto, così importante ed idoneo, non trovi spesso, anche nella “comunicazione” (verso l’esterno e l’interno), giusto risalto e rilievo (sia sullo stampato, sia nella comunicazione diretta), della denominazione e del logo (tipo) di appartenenza, che invece, marchierebbe e certificherebbe, in qualità espressa, non solo, la qualità e visibilità individuale del Tecnico ma, del prodotto certificato ed apprezzato, anche nell’ambito di tutte le Forze Armate e dei Ministeri di riferimento che, lo hanno adottato.

Casuale, ma piacevolmente significativo, incontrare, nella struttura adiacente, Mario Dell’Aquila, impegnato con altra disciplina e qualche altro amico, fra questi, Giovanni Linguadoca. Perché incontrare amici, sportivi, persone, dedite allo sport, in qualsiasi contesto e per qualsiasi motivazione o casualità sportiva, resta sempre, piacevole possibilità di interfacciarsi per crescere insieme (LdM).