-4.6 C
Rome
giovedì, Febbraio 29, 2024

San Cipriano Picentino e le Donne

CULTURA E SPETTACOLOARTESan Cipriano Picentino e le Donne

Nella stupenda cornice, della sede del “Palazzo delle Culture” in San Cipriano Picentino, con promozione ed egida, del Comune di San Cipriano Picentino, della Commissione Comunale Pari Opportunità, dell’MGA FIJLKAM Campania, si è svolta, in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, un incontro a titolo “La rinascita”.

La Sindaca, Sonia Alfano; la Presidente della Commissione, Maria Rosaria Paraggio, la Consigliera alla P.I. e alle Pari Opportunità, Iole Albano; il Consulente delegato alla Cultura, Maurizio Mele; hanno ospitato la cittadinanza, invitata all’evento.

Dopo i saluti istituzionali, resi dalla Prima Cittadina, Alfano, con una entry conditions, l’introduzione della Paraggio e presentazione degli invitati, è intervenuto il Fiduciario Regionale MGA FiJLKAM, Luigi Di Maio, portando i salutri del Presidente Regionale FiJLKAM Campania, Antonio Bracciante, ha intrattenuto la platea con “Riflessioni sulla violenza di genere”, toccando temi riferiti alla famiglia, alle istituzioni scolastiche, alle istituzioni pubbliche, soffermandosi sui temi sociali che attanagliano, anche storicamente, le vicende delle cronache italiane, senza trascurare dei semplici suggerimenti preventivi ed attenzionativi nel quotidiano vivere.

Di seguito, una interpretazione recitata, su testi di Maria Rosaria Paraggio e Raffaela Sabato, molto sentita e partecipativa, posta in essere dalla stessa Sabato, con interventi, “dietro le quinte” della Paraggio, “La Rinascita”: monologo “Io sono”, che ha strappato applausi a scena aperta.

Da un progetto quinquennale, che vede la riqualificazione e l’allocazione di cinque panchine “rosse” (a monito e sensibilizzazione popolare), sul territorio comunale (suddiviso nelle 5 frazioni che lo compongono: Vignale, Pezzano, Filetta, Campigliano ed appunto, San Cipriano), la presentazione al pubblico, dei bozzetti finalisti del Concorso (primo classificato e menzionati), riservato alle scuole, del “XIII Concorso di disegno e pittura “Claudio Fontana” 2023 ..mettiamo in panchina la violenza di genere”, a cura della Commissione Comunale per le Pari Opportunità.

La vincitrice, con “Il silenzio degli Innocenti”, di Diana Sofia Guarniz da Silva, classe I, sez. B del Liceo artistico “sabatini/Menna” di Salerno, decorerà la panchina di Pezzano, con la collaborazione di Frida Colucci. Motivazione: <<Forte ed immediato l’impatto visivo dell’opera grazie al contrasto cromatico tra il rosso predominante dello sfondo e il colore chiaro della figura femminile. ‘immobilismo della protagonista e la presenza di più mani sul corpo denunciano l’efferatezza della violenza>>. I Menzionati: Giorgia La Rocca, classe III Media, sez. B dell’Istituto comprensivo “A Genovesi”, con “Amore Criminale” – motivazione: <<Un “amore” criminale annulla la donna che percepisce incompleta e sbagliata. IL messaggio arriva diretto, grazie ai tratti essenziali ed eleganti dell’illustrazione>>; Matteo Bottiglieri, classe III Media, sez. E dell’Istituto Comprensivo “A. Genovesi” di Castiglione dei Genovesi, con “Una mano su volto di donna” – motivazione: <<Quasi una scena teatrale, in cui la protagonista viene fermata da una violenta forza eterna, sottolineata dal colore rosso della mano. Il gioco di trasparenze, un gioco di vedo-non vedo, denuncia l’efferatezza del gesto>>; Valentina Bove, classe III Media, sez. B, plesso di Capitigliano con “Violenza e simboli” – motivazione: <<L’insieme dei simboli, unito all’uso sapiente ed efficace della matita, denuncia pienamente il fenomeno della violenza sulle donne>>.

Mentre la serata si chiude, già ci si proietta verso il futuro, pensando a nuove idee progettuali di questo gruppo di persone illuminate, che guarda al futuro (LdM).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli più letti