8.1 C
Rome
lunedì, Febbraio 26, 2024

Materasso in lattice: lo studio del fisioterapista

IMMEDIAPRESSMaterasso in lattice: lo studio del fisioterapista

(Adnkronos) – Milano, 30 Novembre 2023. Sono appena state presentate le conclusioni dello specialista in fisioterapia e osteopatia Pierpaolo Cameli che ha testato per 1 anno il materasso in lattice 100% naturale di un noto produttore: VAI ALLO STUDIO
 

CARATTERISTICHE DEI MATERASSI IN LATTICE
 

I materassi in lattice 100% naturale stanno guadagnando sempre più popolarità grazie ai loro numerosi benefici, soprattutto per quanto riguarda il sostegno del rachide. Questo articolo esplora i vantaggi di questi materassi, concentrandosi sul loro impatto sulla salute della schiena e sulla qualità del sonno. 

I materassi in lattice naturale sono rinomati per la loro capacità di conformarsi alla forma del corpo, offrendo un supporto ottimale in ogni posizione di riposo. Questa caratteristica è particolarmente vantaggiosa per il rachide, poiché il materasso distribuisce uniformemente il peso del corpo, riducendo i punti di pressione. Questo aiuta a mantenere la colonna vertebrale in una posizione neutra, prevenendo dolori e rigidità alla schiena. 

Il lattice naturale è noto per le sue proprietà ipoallergeniche. Rispetto ad altri materiali, il lattice naturale è meno propenso ad accumulare acari della polvere e batteri, rendendolo una scelta ideale per le persone con allergie o asma. Inoltre, la sua resistenza naturale alla muffa e ai funghi offre un ambiente più sano e igienico per il sonno. 

Un altro vantaggio importante dei materassi in lattice naturale è la loro durabilità. Tendono a durare più a lungo rispetto ai materassi tradizionali, mantenendo le loro proprietà di supporto e comfort nel tempo. Inoltre, il lattice naturale è un materiale rinnovabile, il che lo rende una scelta ecologica. La produzione di lattice naturale ha un impatto ambientale inferiore rispetto ad altri materiali sintetici. 

I materassi in lattice naturale sono anche apprezzati per la loro capacità di regolare la temperatura. Il lattice permette una buona circolazione dell’aria, aiutando a dissipare il calore corporeo e a mantenere una temperatura confortevole durante il sonno. Questo è particolarmente benefico per chi tende a surriscaldarsi di notte. 

MATERASSO IN LATTICE O MEMORY FOAM?
 

Il lattice naturale, derivato dalla linfa dell’albero della gomma, si distingue per la sua elasticità, resistenza e proprietà antibatteriche. Questo materiale viene trasformato attraverso i processi Dunlop o Talalay, influenzando così densità e consistenza del materasso. Al contrario, il memory foam è un polimero sintetico, sviluppato in origine dalla NASA, che risponde al calore e alla pressione del corpo per un comfort personalizzato. 

In termini di comfort e sostegno, il lattice naturale si adatta alla forma del corpo offrendo un sostegno reattivo. Questa sensazione “elastica” facilita il movimento durante il sonno, rendendo il lattice una scelta popolare per chi cerca un equilibrio tra comfort e sostegno. D’altra parte, il memory foam è celebre per la sua capacità di distribuire uniformemente il peso corporeo e ridurre i punti di pressione, il che lo rende ideale per chi soffre di dolori articolari. 

Quando si considera la durata, i materassi in lattice naturale spesso superano quelli in memory foam. Mentre un materasso in lattice può durare fino a 15 anni mantenendo forma e consistenza, un materasso in memory foam ha generalmente una vita utile di 8-10 anni, con una tendenza a cedere e deformarsi nel tempo. 

Un altro aspetto cruciale è la termoregolazione. Il lattice naturale, grazie alla sua struttura cellulare aperta, offre una maggiore traspirabilità, riducendo il surriscaldamento durante il sonno. Il memory foam, invece, tende a trattenere calore, sebbene le versioni più recenti con tecnologie di raffreddamento come gel infusi stiano cercando di affrontare questa problematica. 

Sul fronte ambientale, il lattice naturale, essendo una risorsa rinnovabile, è spesso considerato più ecologico rispetto ai materiali sintetici. Tuttavia, bisogna considerare anche l’impatto ambientale legato al trasporto e alla lavorazione. Il memory foam, in quanto prodotto sintetico, ha un impatto ambientale più significativo, soprattutto per quanto riguarda la produzione e la non biodegradabilità. 

In conclusione, la scelta tra un materasso in lattice naturale e uno in memory foam dovrebbe basarsi su una valutazione attenta delle preferenze individuali relative a comfort, supporto, sensibilità al calore e considerazioni ambientali. Il lattice offre durata e una sensazione più fresca, mentre il memory foam è noto per il suo confortevole sollievo dai punti di pressione e la capacità di adattarsi al corpo. La decisione finale dovrebbe considerare questi aspetti, oltre al budget e alle priorità personali. 

Per info sul comunicato stampa:  

AG MEDIA SRLS
 

agmediasrls@gmail.com 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli più letti