19.3 C
Rome
mercoledì, Agosto 10, 2022

Pa, Anief: da domani a giovedì 3 mln lavoratori al voto per rinnovo Rsu

LAVOROPa, Anief: da domani a giovedì 3 mln lavoratori al voto per rinnovo Rsu

(Adnkronos) – “Dopo quattro anni, uno in più del previsto a causa della pandemia, nelle scuole e nelle pubbliche amministrazioni di tutta Italia si torna a votare per rinnovare le rappresentanze sindacali unitarie: solo nella scuola, dove vi sono 8.200 istituti, l’appuntamento all’urna riguarderà oltre un milione di lavoratori, composti da docenti e Ata di ruolo e supplenti annuali. Come sempre, c’è molto interesse per questo evento: basta ricordare che nell’ultima occasione furono quasi 910mila i lavoratori a esprimere la loro preferenza, quindi circa il 90% della platea interessata. Del resto, dal rinnovo delle Rsu dipendono le sorti della rappresentatività dei lavoratori all’interno di istituti, centinaia di atenei e istituzione delle PA, che si traducono nella firma dei contratti nel prossimo triennio. I sindacati sono alle ultime battute della loro campagna elettorale”. E’ quanto si legge in una nota di Anief.  

Oggi pomeriggio Marcello Pacifico, leader Anief, incontrerà online gli 8mila candidati delle liste Anief, parteciperà a una diretta su ‘La voce della Scuola’ e ancora sulla sua pagina Facebook. Anief, che ha conquistato la rappresentatività nella scuola nell’ultima tornata elettiva, ha prodotto liste dei candidati in tutte le regioni coprendo mediamente due scuole su tre. Le candidature dell’organizzazione autonoma, inoltre, sono state consegnate anche in tanti enti di ricerca, università e conservatori. 

“Il voto delle Rsu -ha detto Marcello Pacifico- mai come stavolta è importante. Come è fondamentale scegliere con cognizione di causa le Rsu che meritano la nostra fiducia. Con il dopo pandemia e i fondi del Pnrr in arrivo, l’esito di queste elezioni andrà infatti a incidere sui contratti degli istituti, ma anche, seppure indirettamente, sulle norme che regolano la scuola e gli altri enti pubblici. Noi vogliamo una scuola diversa, più giusta e che tuteli di più i dipendenti, a livello contrattuale, economico e di carriera. Per questo abbiamo predisposto delle piattaforme contrattuali da utilizzare in vista del rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro: serve un Ccnl che riconosca le professionalità, ma anche il diritto alla mobilità e la parità di trattamento tra personale di ruolo e ancora precario”. 

“Le modalità di voto sono indicate nella Circolare Aran n. 1/2022: ogni lavoratore potrà scegliere una lista e un candidato. La rappresentativa sindacale si forma tramite le elezioni e prevedono la partecipazione al voto di almeno il 50% +1 degli elettori. In caso contrario la rsu non si costituisce e occorre indire nuove elezioni. Chi è eletto nella rsu non è un funzionario del sindacato, ma una lavoratrice o un lavoratore che rappresenta le esigenze dei lavoratori senza con ciò diventare un sindacalista di professione. Per raggiungere la rappresentatività, ogni organizzazione sindacale, alla luce dell’esito delle votazioni del prossimo rinnovo Rsu e del numero effettivo di iscrizioni dei lavoratori, dovrà superare almeno il 5%”, si legge nella nota dell’Anief.  

Secondo Pacifico, presidente nazionale Anief, “questo confronto elettorale andrà a incidere su un contratto che anche all’interno di ogni singola sede – quindi di ateneo, di ente di ricerca e di istituzione scolastica – possa e debba valorizzare e migliorare la professionalità di tutti coloro che ogni giorno lavorano per lo Stato senza ricevere altrettanta attenzione”. 

+ posts
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

Articoli più letti