6 C
Rome
giovedì, Dicembre 8, 2022

L’AMR Action Fund annuncia i primi investimenti in Adaptive Phage Therapeutics e Venatorx Pharmaceuticals

IMMEDIAPRESSL'AMR Action Fund annuncia i primi investimenti in Adaptive Phage Therapeutics e Venatorx Pharmaceuticals

(Adnkronos) – Gli accordi segnano un passo importante verso l’obiettivo dell’AMR Action Fund di portare sul mercato da due a quattro nuovi antibiotici per affrontare la crescente minaccia dei batteri resistenti ai farmaci 

BOSTON, 4 aprile 2022 /PRNewswire/- – L’AMR Action Fund, la più grande partnership pubblico-privata al mondo a investire in aziende biotecnologiche che sviluppano antibiotici, ha annunciato oggi di aver investito in Adaptive Phage Therapeutics (APT) e Venatorx Pharmaceuticals. Le transazioni sono i primi investimenti del Fondo e rappresentano un passo importante verso il suo obiettivo di portare sul mercato nuovi trattamenti per gli agenti patogeni prioritari identificati dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dai Centers for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti. 

“Sin dall’inizio, l’AMR Action Fund si è concentrato sull’individuazione di investimenti che produrranno cure urgentemente attese e catalizzeranno l’innovazione a lungo termine per affrontare la crescente minaccia della resistenza agli antibiotici (AMR), che oggi uccide più persone ogni anno rispetto all’HIV/AIDS o alla malaria”, ha dichiarato Bill Burns, Board Chair del Fondo d’azione AMR. “Accogliendo Adaptive Phage Therapeutics e Venatorx Pharmaceuticals come le nostre prime aziende in portafoglio dimostriamo di essere sulla buona strada per realizzare questa importante missione”. 

Le infezioni batteriche resistenti ai farmaci uccidono direttamente circa 1,27 milioni di persone ogni anno. Sono in fase di sviluppo pochi trattamenti mirati agli agenti patogeni prioritari e gli investimenti negli antimicrobici non hanno tenuto il passo con questa minaccia alla sicurezza sanitaria globale. Riconoscendo questo problema, oltre venti aziende farmaceutiche facenti parte della Federazione internazionale dei produttori e delle associazioni farmaceutiche (IFPMA), insieme all’OMS, alla Banca europea per gli investimenti e al Wellcome Trust, hanno lanciato l’AMR Action Fund raccogliendo quasi 1 miliardo di dollari. Il Fondo, che opera in modo indipendente, effettua investimenti azionari in biotecnologie con l’obiettivo generale di portare due o quattro nuovi antibiotici ai pazienti entro dieci anni. 

“Adaptive Phage Therapeutics e Venatorx Pharmaceuticals sono pronti a cambiare il panorama dei trattamenti per le infezioni resistenti ai farmaci”, ha dichiarato il CEO di AMR Action Fund, Henry Skinner. “Sebbene questo sia un importante traguardo per il Fondo, il nostro lavoro è solo all’inizio. Quest’anno prevediamo di destinare oltre 100 milioni di dollari di capitale alle aziende che sviluppano antimicrobici clinicamente differenziati in grado di rispondere alle esigenze cliniche più urgenti e continueremo a investire in biotecnologie promettenti nei prossimi anni per garantire che i pazienti di tutto il mondo dispongano dei trattamenti di cui hanno bisogno. I nostri investimenti sono considerevoli, ma da soli non potremo affrontare la sfida globale dell’AMR. È ora indispensabile che i responsabili politici di tutto il mondo attuino riforme di mercato per sostenere gli investimenti in questi farmaci di cui vi è urgente bisogno”. 

L’ approccio dell’APT si basa su un catalogo in continua crescita di batteriofagi (fagi) sistematicamente scoperti, selezionati, catalogati e curati, virus presenti in natura che infettano e uccidono i batteri, che forniscono collettivamente un’ampia copertura per molti batteri resistenti agli antibiotici ad alta priorità. I fagi della banca dei fagi dell’APT vengono abbinati al trattamento delle infezioni dei pazienti attraverso un test di suscettibilità brevettato e vengono testati su una serie di infezioni, tra cui infezioni articolari protesiche, infezioni ossee (osteomielite) e infezioni polmonari. L’investimento dell’AMR Action Fund in APT è stato eseguito come ampliamento di un round di serie B guidato da Deerfield Management Company. 

Greg Merril, CEO e Co-fondatore di APT, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di essere tra le prime aziende del portafoglio dell’AMR Action Fund e di poterci affidare alle loro competenze scientifiche e di settore mentre continuiamo a sviluppare le nostre terapie fagiche attraverso test clinici.” 

La pipeline di Venatorx Pharmaceuticals include betalattamici/inibitori della betalattamasi in formulazioni endovenose e orali che prendono di mira batteri gram-negativi resistenti ai farmaci. Cefepime-taniborbactam, il prodotto endovenoso di fase III dell’azienda, è in fase di sviluppo per il trattamento di infezioni complicate delle vie urinarie (cUTI), polmonite batterica acquisita in ospedale e polmonite batterica associata al ventilatore. I dati di Fase III recentemente annunciati hanno dimostrato che cefepime-taniborbactam era superiore a meropenem nel trattamento delle cUTI.  L’investimento dell’AMR Action Fund in Venatorx è stato eseguito nell’ambito di un round di Serie C, con la partecipazione di Abingworth Management come co-investitore. 

“Questo ultimo round di investimenti ci consente di ottenere l’approvazione normativa di cefepime-taniborbactam, promuovendo al contempo altri prodotti nella nostra pipeline”, ha dichiarato il Presidente e CEO di Venatorx Pharmaceuticals, Chris Burns. 

Martin Heidecker, Chief Investment Officer di AMR Action Fund, ha aggiunto: “I nostri investimenti in Adaptive Phage e Venatorx si fondano su solide partnership con co-investitori che, come noi, vedono il potenziale di generare valore significativo nelle aziende che puntano a creare nuovi trattamenti per le infezioni resistenti ai farmaci.” 

Informazioni sull’AMR Action Fund 

L’AMR Action Fund è la più grande partnership pubblico-privata al mondo a investire in trattamenti antimicrobici. Il Fondo investirà 1 miliardo di dollari in aziende in fase clinica per contribuire a introdurre nuovi antibiotici sul mercato. L’idea è stata sviluppata dalla Federazione internazionale dei produttori e delle associazioni farmaceutiche e dalle aziende biofarmaceutiche che ne fanno parte, in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Banca Europea per gli Investimenti e il Wellcome Trust. Tra gli investitori figurano: Almirall, Amgen, Bayer, Boehringer Ingelheim, Boehringer Ingelheim Foundation, Chugai, Daiichi-Sankyo, Eisai, Eli Lilly and Company, la Banca Europea per gli investimenti (con il supporto della Commissione europea nel quadro di Horizon 2020, il programma europeo per la ricerca e l’innovazione relativo al periodo 2014-2020), GlaxoSmithKline, Johnson & Johnson, LEO Pharma, Lundbeck, Menarini, Merck, Merck KGaA (Darmstadt, Germania), Novartis; Novo Nordisk, Novo Nordisk Foundation, Pfizer, Roche, Shionogi, Takeda, Teva, UCB e il Wellcome Trust. 

Logo- https://mma.prnewswire.com/media/1736281/AMR_Action_Fund_Logo.jpg
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli più letti