14.5 C
Rome
sabato, Ottobre 1, 2022

Romano Capponi e Federico Stickel: è fondamentale proteggersi dai rischi di non autosufficienza

IMMEDIAPRESSRomano Capponi e Federico Stickel: è fondamentale proteggersi dai rischi di non autosufficienza

(Adnkronos) – In Italia sempre più famiglie sono alle prese con le spese per assistere i propri cari che si trovano in situazione di non autosufficienza. Ma ora è possibile stipulare polizze per coprire i costi 

Sanremo, 1 settembre 202
2. Secondo gli ultimi dati Censis sono oltre 2,8 milioni gli anziani non autosufficienti in Italia: il 20,7% della popolazione anziana, l’81% del totale dei non autosufficienti. Il rischio cresce con l’età e supera il 40% oltre gli ottanta anni. Numeri destinati ad aumentare visto che le previsioni indicano che gli anziani non autosufficienti saranno quasi 5 milioni entro il 2030. “Questo fenomeno – spiegano Romano Capponi e Federico Stickel, agenti procuratori dell’agenzia generale Reale Mutua Assicurazioni di Sanremo, in provincia di Imperia – farà incrementare le spese che le famiglie dovranno sostenere per l’assistenza ai propri cari. Ed è per questo motivo che molte società di assicurazioni, come Reale Mutua, hanno approntato delle polizze che garantiscono una rendita mensile vitalizia per chi non è più in grado di svolgere, anche in maniera parziale, gli atti elementari della vita quotidiana, come vestirsi, mangiare, lavarsi, uscire. In Italia non c’è ancora una mentalità diffusa su queste coperture ma, invece, dati alla mano, riteniamo che la previdenza in questi casi sia fondamentale per non trovarsi in difficoltà in futuro. Per far fronte a queste problematiche, circa 336 mila nuclei famigliari hanno dato fondo ai propri risparmi, mentre altri 154 mila hanno dovuto indebitarsi”. 

Nonostante l’elevata percentuale di non autosufficienti tra gli anziani, chi pensa che questo problema possa riguardare solo persone in età avanzata si sbaglia, perché la non autosufficienza può essere causata anche da un infortunio e da un incidente. E in questo caso le possibilità possono essere maggiori in giovane età per lo stile di vita che si conduce. Così come si sta riducendo anche l’età in cui compaiono patologie come l’infarto, la Sla o il Parkinson “Il nostro consiglio – continuano Romano Capponi e Federico Stickel – è quello di stipulare l’assicurazione già da giovani sia perché la non autosufficienza, anche momentanea, può colpire in qualsiasi momento ma soprattutto perché prima si comincia a pagare il premio, meno si pagherà ogni mese per tutta la vita. Se ci si assicura da giovani si potrà pagare per sempre una cifra di poche decine di euro; se ovviamente lo si fa in età più avanzata la cifra sarà maggiore”. Le spese sostenute per la polizza sono detraibili dall’Irpef per il 19%. 

Romano Capponi e Federico Stickel rappresentano a Sanremo la Società Reale Mutua di Assicurazioni. “E’ una compagnia diversa dalle altre – spiegano – perché al centro c’è proprio Il concetto di mutualità e di responsabilità sociale. Quando si contrae una polizza, si diventa socio/assicurato e l’impegno è quello di garantire gli interessi di ogni singolo socio e, nello stesso tempo, creare valore per la collettività. 

Per informazioni si può consultare il sito https://agenzie.realemutua.it/agenzie/agenziasanremo
 

Contatti: https://agenzie.realemutua.it/agenzie/agenziasanremo
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

Articoli più letti