15.9 C
Rome
venerdì, Agosto 19, 2022

Il Festival Nazionale dell’Economia Civile si confronta per costruire la pace

IMMEDIAPRESSIl Festival Nazionale dell’Economia Civile si confronta per costruire la pace

(Adnkronos) – 12 luglio 2022.Il Festival Nazionale dell’Economia Civile ha organizzato un momento di dibattito sulle modalità di risoluzione dei conflitti e su come rinnovare i sistemi di inclusione e integrazione per chi è costretto a fuggire da situazioni di guerra. Il dibattito, moderato da Mario Benedetto, Giornalista e Docente Luiss, è stato aperto dalla discussione fra l’economista ucraino Hlib Vyshlinsky e Leonardo Becchetti, economista e Direttore del Festival Nazionale dell’Economia Civile. I due si sono confrontati partendo da alcuni dati, tra cui le caratteristiche sociodemografiche di chi emigra (10% popolazione, molte donne con età media 30-45), le occasioni di accesso al lavoro e l’assistenza ai migranti in Italia. 

A seguire si sono confrontati sul tema “Esperienze di accoglienza, integrazione e mobilitazione per la pace” Marianella Sclavi, Sociologa e membro della campagna MEAN, Vincenzo Visetti, Area Legale e Settore Credito di Federcoop, Paola Berbeglia, Antropologa e Presidente CreA e Victorija Pustovar, Rifugiata ucraina. 

Il Festival Nazionale dell’Economia Civile, nato da un’idea di Federcasse (l’Associazione Nazionale delle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali, Casse Raiffeisen) che lo promuove insieme a Confcooperative, organizzato e progettato con NeXt (Nuova Economia Per Tutti) e SEC (Scuola di Economia Civile) e con il contributo di Fondosviluppo, si è ormai accreditato come un evento di particolare interesse su temi che pongono al centro l’uomo, il suo valore come individuo, il bene comune. 

Il video integrale è disponibile al link: https://youtu.be/apBCfSNUeV8
 

O scaricabile al link: https://drive.google.com/drive/folders/1itOZPRGw-F1fOv_tBPCcsYK8bdzv5nfz?usp=sharing
 

+ posts
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

Articoli più letti