12 C
Rome
mercoledì, Maggio 18, 2022

Ucraina, Grossi (Aiea): “Missione esperti a Chernobyl dal 26 aprile”

ULTIM'ORAUcraina, Grossi (Aiea): "Missione esperti a Chernobyl dal 26 aprile"

(Adnkronos) – Il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), Rafael Mariano Grossi, guiderà una missione di esperti presso la centrale nucleare ucraina di Chernobyl (Npp), la prossima settimana, per prevenire il pericolo di un incidente nucleare durante l’attuale conflitto nel Paese. Il team dell’Aiea sarà a Chernobyl dal 26 aprile per fornire attrezzature e condurre valutazioni radiologiche e di altro tipo nel sito, che è stato sotto il controllo delle forze russe per cinque settimane, prima del loro ritiro il 31 marzo. 

“La presenza dell’Aiea a Chernobyl sarà di fondamentale importanza per le nostre attività a sostegno dell’Ucraina mentre cerca di ripristinare il controllo normativo dell’impianto e garantirne il funzionamento in sicurezza – dichiara il direttore generale Grossi – Seguiranno altre missioni dell’Aiea in questo e altri impianti nucleari in Ucraina nelle prossime settimane”. Il direttore generale terrà una conferenza stampa al suo ritorno a Vienna, giovedì. 

Durante la missione a Chernobyl, l’Aiea fornirà diversi tipi di apparecchiature per il monitoraggio delle radiazioni, inclusi dispositivi di identificazione dei radionuclidi e misuratori del rateo di dose gamma. Allo stabilimento saranno inoltre consegnati i dispositivi di protezione individuale. “Sulla base delle nostre misurazioni scientifiche e valutazioni tecniche, saremo così in grado di comprendere meglio la situazione radiologica sul posto”, spiega Grossi. Inoltre, gli esperti dell’Aiea ripareranno i sistemi di monitoraggio a distanza installati nel sito, che all’inizio del conflitto hanno smesso di trasmettere i dati alla sede dell’Agenzia a Vienna. 

“Non vedo l’ora di poter parlare con lo staff ed esprimere la mia profonda gratitudine per tutto ciò che hanno fatto in condizioni così stressanti e difficili. Hanno passato più di quanto possiamo immaginare e meritano il nostro pieno rispetto e la nostra ammirazione per aver preservato la sicurezza e protetto il sito nonostante la terribile situazione”, sottolinea Grossi. 

In stretto coordinamento con l’Ucraina, l’Aiea ha elaborato piani dettagliati per la sua sicurezza e assistenza ai siti nucleari del Paese, che includono quindici reattori in quattro impianti e la centrale nucleare di Chernobyl.  

“L’Aiea conosce molto bene la centrale nucleare di Chernobyl. Questa conoscenza, unita alla nostra esperienza nella sicurezza nucleare, protezione e salvaguardia, significa che possiamo stabilire rapidamente esattamente cosa deve essere fatto, come e dove”, conclude Grossi. 

 

+ posts

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

Tags:

Articoli più letti