16.1 C
Rome
lunedì, Maggio 23, 2022

Cagliari in Serie B, Salernitana salva resta in A

(Adnkronos) - Il Cagliari retrocede in...

Scudetto Milan, bus scoperto a Milano: il percorso

(Adnkronos) - Il Milan campione d'Italia...

Influencer Marketing: come gli e-commerce possono contare su nuove strategie

IMMEDIAPRESSInfluencer Marketing: come gli e-commerce possono contare su nuove strategie

(Adnkronos) –
Milano, 20/04/2022 – Negli anni ‘90 esistevano i Testimonial pubblicitari, oggi la tendenza delle nuove strategie di Content Marketing fa sempre più ricorso alle possibilità offerte dall’ Influencer Marketing. 

Si tratta di un insieme di attività pubblicitarie che prevedono il coinvolgimento di un testimonial, sia esso un blogger, un content creator o un micro-influencer, che possa condividere la propria esperienza con un prodotto o con un brand, e comunicarlo ai propri follower. Semplificando, l’Influencer Marketing utilizza sponsorizzazioni e menzioni da parte di influencer di vario tipo: dai vip e le celebrità, detti macro-influencer con un largo seguito mediatico e sui canali social; agli esperti del web in settori di nicchia, detti micro-influencer con community relativamente più piccole ma con un pubblico estremamente attivo. 

Come tutte le strategie di marketing digitale, anche questa si inserisce all’interno di un panorama dove la competizione negli ultimi anni è diventata altissima. Scegliere con cura una strategia di marketing efficace e realizzata su misura permette ad ogni azienda di ottimizzare le risorse destinate alle proprie campagne massimizzando i risultati. 

La parola chiave diventa “fiducia” perché ogni marchio deve costantemente creare e coltivare un rapporto di fiducia con il proprio consumatore, lavorando sull’ immagine e sulla propria comunicazione. La scelta dell’Influencer Marketing diventa in questo senso una relazione tra il brand, l’influencer ed i follower di quest’ultimo: raccontando una storia che è il motore del coinvolgimento del pubblico, quello che un tempo era costituito dal passaparola, viene attualmente motivato dall’ esperienza genuina e senza filtri che si può condividere assieme all’influencer. 

• Acquisire autorevolezza: quello che si definisce Brand Awareness, ovvero la conoscenza e la consapevolezza dell’esistenza di una azienda o dei suoi prodotti. 

• Portare traffico qualificato al proprio sito, scegliendo un’influencer relativo al proprio settore di appartenenza si va a sollecitare un pubblico potenzialmente già interessato, raggiungendo così uno degli obiettivi principali di qualsiasi campagna di marketing, ovvero le vendite e i guadagni. 

• Promuovere brand e prodotto contemporaneamente attraverso una nuova customer experience, una vera e propria esperienza che coinvolga emotivamente il consumatore. L’interazione e il coinvolgimento emotivo sollecitano e persuadono molto di più rispetto ad una semplice campagna pubblicitaria in cui l’elemento mancante è la possibilità di interazione.  

Ecco alcuni vantaggi che porta la scelta di questa strategia  

1. Costruire fiducia: raccontare una storia e condividere un’esperienza reale costruisce una forte identità del brand e la presenza di una figura di riferimento come l’influencer facilita questo processo. 

2. Lanciare dei trend gli utenti del web affermano di affidarsi agli influencer per conoscere i nuovi trend. 

3. Lancio di nuovi prodotti e dimostrazione pratica di utilizzo: questo permette di coinvolgere ancora di più il cliente attraverso contenuti educativi e di intrattenimento (edutainment). 

4. Condivisione delle informazioni di acquisto: attraverso il racconto e la recensione da parte dell’influencer si facilita l’esperienza del consumatore.  

Come fa un e-commerce ad utilizzare questa strategia?
 

Ricorrere all’uso di questa strategia potrebbe richiede un grosso sforzo da parte dell’azienda che deve effettuare una serie di operazioni preliminari: 

Tutto questo richiede tempo e risorse. Dopo l’investimento iniziale poi si può avere la necessità di misurare l’effettivo impatto e i risultati della campagna e questo non è sempre facile. 

Esistono soluzioni che semplificano drasticamente tutta questa procedura permettendo al brand di fare Influencer Marketing in pochi click, consentendo con facilità le operazioni anche a chi non si è mai interessato a questo settore. 

Jungler.io
, è una startup di influencer marketing nata nel 2019 che offre al grande pubblico la soluzione efficace, veloce e misurabile per creare e gestire le proprie campagne pubblicitarie digitali. La piattaforma permette di selezionare dei micro-influencer, approvare i contenuti proposti e soprattutto analizzare i risultati ottenuti con questo tipo di campagna. Praticamente un catalogo via app che semplifica in maniera effettiva tutte le operazioni di classificazione e scelta di un influencer.  

Jungler.io permette così agilmente di: 

• Creare una campagna di Content Marketing scegliendo il prezzo in base ai contenuti richiesti e agli influencer selezionati. Jungler.io mette a disposizione una community di micro-influencer con un tasso di coinvolgimento (engagement) di sette volte superiore ad altre tipologie di campagne marketing. 

• Totale controllo della campagna. È possibile approvare i contenuti e analizzare i risultati ottenuti. Ricevendo un report completo e aggiornato al termine di ogni campagna  

Dalla sua creazione ad oggi, Jungler.io è passata da Startup ad azienda vera e propria, grazie ad una continua evoluzione del servizio ed alla crescita della propria community di micro-influencer, che ad oggi conta oltre 3000 influencer. Attualmente è in grado di soddisfare le necessità differenti categorie di business, operando in vari settori e proiettata verso il panorama europeo, grazie a collaborazioni internazionali e all’espansione sul mercato spagnolo. 

www.jungler.io
 

lucagiacomella@jungler.io
 

Tel. 348 41 45 055 

+ posts

Condividi:

Potrebbe interessarti anche:

Tags:

Articoli più letti